Come cucinare l’orata? Il segreto è la semplicità

orata al forno con patate

Cucinare i filetti di orata al forno è un metodo semplice e veloce per esaltarne il sapore senza rovinare il pesce in fase di preparazione. Nella tradizione italiana, l’orata al forno è spesso accompagnata ad un contorno di patate cotte direttamente nella teglia insieme all’orata.

L’orata è uno dei prodotti ittici che possiamo trovare tutto l’anno, in quanto una grande percentuale viene allevata in cattività. A differenza delle orate pescate in mare aperto, quelle di allevamento presentano una maggior percentuali di grassi, proprio perché la loro alimentazione è più sostanziosa e gli spazi degli allevamenti minori rispetto al mare aperto.

Le orate hanno quindi meno spazio per nuotare e per consumare i grassi accumulati. In mare aperto l’orata vive solitaria o forma piccoli gruppi, con periodo riproduttivo invernale.

Una curiosità: E’ un pesce ermafrodita! Infatti la maggioranza degli individui sono dapprima maschi, maturano verso il primo o il secondo anno (20- 30 cm ) e compiono inversione sessuale verso il secondo o terzo anno di età (33- 40 cm ).

La carne di orata dal colore bianco e dal sapore particolarmente apprezzato, si distingue per un bon contenuto proteico e un discreto contenuto lipidico. E’ inoltre ricca di sali minerali come iodio, fosforo, ferro e calcio.

Vediamo come cucinarla al forno con una ricetta semplicissima pronta in 15 minuti!

Orata al forno con patate

Ingredienti:

  • 4 filetti di orata da circa 200 g cadauno
  • 4 patate a pasta gialla
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 rametti di rosmarino
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione:

  1. Pelate le patate e tagliatele a fettine sottili e condite con olio, sale, aglio e rosmarino tritati
  2. In una teglia rivestita da carta forno adagiate i filetti , salateli e disponete le patate sui filetti come se fossero delle squame
  3. Passate in forno già caldo a 200 gradi per 15 minuti

A seconda dei gusti, insieme alle patate potete aggiungere dei pomodorini pendolini, olive o capperi.

Go Top